Post

Soluzioni di Trasporto Efficienti e Sostenibili

Immagine
Uno degli obiettivi principali di Spedingo.com è contribuire al risparmio di CO2 proveniente dalle emissioni dei  mezzi di trasporto terrestre . Come? Rendendo disponibile una piattaforma che mette in contatto trasportatori professionisti e utenti che hanno bisogno di trasportare i propri oggetti , dai mobili di casa per traslocare in un’altra città o paese, fino a automobili e motociclette . In questa maniera i trasportatori riescono ad aggiungere merce a percorsi già stabiliti, riducendo il numero di viaggi a vuoto. Il settore trasporti consuma un terzo di tutta l’energia finale nell’UE, la quale è principalmente proveniente dal petrolio, ciò significa che i trasporti sono responsabili in gran parte delle emissioni di gas a effetto serra. Autovetture, furgoni, camion e autobus producono oltre il 70 % di questo, secondo i dati dell'Agenzia Europea dell’Ambiente, mentre la quota restante proviene principalmente dal trasporto marittimo e aereo. I trasporti continuano a costitu

Il fascino di viaggiare in moto

Immagine
37 anni fa l’argentino Emilio Scotto ha stabilito il record del viaggio più lungo del mondo in moto. Emilio è partito da casa il 17 gennaio 1985 ed è tornato il 2 aprile 1995, dopo aver percorso 735.000 km e visitato 214 paesi. Per questo fotogiornalista e reporter di viaggi la sua motocicletta “Black Princess” (Honda Gold Wing GL1100) era molto di più che un mezzo di trasporto, era la sua compagna di avventure. Viaggiare in moto permette di esplorare il mondo e stare a contatto con la natura ad un costo contenuto. Ma qual è il suo vero fascino? Qual è la motivazione che spinge gli appassionati come Emilio a viaggiare su due ruote? Forse la possibilità di seguire itinerari diversi, o inserire tappe casuali e inaspettate, oppure avere tempo per conoscersi e incontrare nuove persone che condividono la stessa passione. Se sei nuovo nel mondo del mototurismo, sei arrivato nel blog giusto. Abbiamo avuto l'opportunità di parlare con Davide Biga che, attraverso la sua agenzia Adventure Dr

IT: Strade ecologiche, durature e riciclabili, da oggi sono una realtà - EN: Ecological, durable and recyclable roads are now a reality

Immagine
  I T: Da oggi è possibile percorrere una strada in piena sicurezza, ecologica, sostenibile e riciclabile. Tutto questo grazie ad una determinata filiera di aziende lombarde sostenute da fondi destinati alla ricerca e allo sviluppo di processi innovativi dell’assessorato per la Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internalizzazione di Regione Lombardia. Il progetto è stato finanziato con fondi POR FESR ed ha ricevuto un contributo di 3.162.364,9€. Iterchimica Srl è la capofila del progetto Ecopave che ha portato la registrazione di un brevetto chiamato Gipave. L’azienda si occupa di additivi per l’asfalto, ovvero “integratori” che si legano alla miscela dell’asfalto e ne migliorano le caratteristiche. L’amministratore delegato, Mariella Giannattasio, ha raccontato della nascita di questo progetto: prima Iterchimica è entrata in contatto con Directa Plus Spa (azienda specializzata nella realizzazione di grafene sorta nel parco scientifico e tecnologico di Lomazzo) e poi con l’ai

IT: Girls Energica Tour: la moto elettrica diventa protagonista della mobilità sostenibile - EN: Girls Energica Tour: the electric motorcycle becomes the protagonist of sustainable mobility

Immagine
I T: Loredana Bega e Valentina Bruno hanno percorso 1.000 Km dalla Toscana alla Puglia su moto elettriche. Il risultato? Un risparmio del 94% di emissioni di Co2 rispetto a due moto convenzionali. Il nome del viaggio-esperimento è Girls Energica Tour ed è stato sostenuto da Legambiente con Telepass. Le due moto prendono il nome di “Eva EsseEsse9+” e “Eva Ribelle”, 100% elettriche con prestazioni brillanti ma fino ad oggi mai utilizzate per il mototurismo. Lo slogan del percorso “2 donne, 2 moto elettriche, 1 viaggio, 4 giorni, 1.000km” è mirato a dimostrare che anche quelle moto non alimentate a benzina possono rappresentare un partner ideale di viaggio. L’avventura è partita con una prima ricarica di energia proveniente da fonti rinnovabili, alle colonnine Enegan da Vinci un’azienda impegnata a fornire anche gas e telecomunicazioni, ed il bilancio consuntivo è stato del 94% delle emissioni di Co2, che sarebbe stato completamente azzerato se le motocicliste avessero trovato colonnine c

ITALIAN: Come rendere il tuo trasloco eco-friendly - ENGLISH: How to make your move eco-friendly

Immagine
IT In Italia il trasloco è responsabile della produzione di 128,5 milioni di tonnellate di Co2. Tuttavia, durante un trasloco si possono attuare delle strategie volte a tutelare l’ambiente, sia per quanto riguarda le operazioni che riguardano il singolo come persone, sia quelle che riguardano le ditte di traslochi. Come? 1.     Donando quello che non serve più. Ad esempio, utilizzando l’applicazione “REGALO”, sviluppata in Svizzera che funziona come una sorta di crowdfunding online dove gli utenti chiedono beni e oggetti di cui hanno bisogno. Con un funzionamento molto intuitivo. 2.       Rivolgendosi alle associazioni benefiche nelle città che si occupano di raccolta mobili o vestiti usati. 3.       Riutilizzando creativamente le scatole di cartone del trasloco. Riconvertendo il cartone in una cornice portafoto, oppure un albero di Natale minimal o una casetta per i bambini. E tu? Stai per traslocare e cerchi a chi affidarti? Cosa aspetti? Che tu debba realizzare traslochi n

ITALIAN: La rivoluzione delle auto green nell'anno della pandemia | ENGLISH: The green car revolution in the year of Pandemic

Immagine
IT I cambiamenti epocali che sono avvenuti, quasi per caso, grazie a Carlos Ghons e Elon Musk hanno fatto sì che la motorizzazione elettrica prendesse sempre più piede. All’inizio però, molti non gli diedero credito, etichettandoli come “vanitosi” e “provocatori”. Col tempo, i progressi furono enormi e anche il mercato iniziò a reagire con interesse tanto che i giganti globali del settore iniziarono a concentrarsi sull’elettrificazione, indirizzandovi la parte più corposa dei loro investimenti. Tuttavia, il problema risiedeva nell’autonomia di queste macchine, poiché difficilissimo trovare le colonnine apposite per caricarle. Era dunque necessario avere degli incentivi all’acquisto, ingegneri e strateghi del marketing hanno iniziato a spingere nella stessa direzione, proponendo dei listini convenienti per le auto a batteria. Il Covid-19 e il lockdown sono stati il catalizzatore, facendo impennare le vendite delle macchine zero emission. Soprattutto in Italia le auto ricaricabili ha

Perché scegliere l’auto elettrica?

Immagine
  Dai consumi alle polveri sottili, ecco i 10 buoni motivi per passare all'auto elettrica. 1.        Consumi ridotti:  100 km possono costare da 2,9 a 10,5 euro. Prendendo un’auto a benzina o gasolio i costi variano fra i 24 euro di un’auto di grossa cilindrata a benzina e i 7,75 euro di una piccola a gasolio.  2.        Nessuna emissione di gas tossici , in particolare di biossido di azoto prodotto dalla combustione di idrocarburi. Le elettriche rappresentano ad oggi la miglior scelta per contenere al massimo le emissioni di gas nocivi in atmosfera. 3.        Nessuna emissione di polveri sottili , o estremamente ridotte rispetto alle auto termiche. Le polveri sottili sono nano particelle solide prodotte o dai residui della combustione di idrocarburi o dalla micro-usura dei metalli. Nelle auto elettriche non c’è alcuna combustione e le parti metalliche in movimento soggette ad usura sono poche decine contro duemila circa di un’auto termica. 4.        Impatto inferiore sul surrisc