giovedì 11 novembre 2021

IT: Girls Energica Tour: la moto elettrica diventa protagonista della mobilità sostenibile - EN: Girls Energica Tour: the electric motorcycle becomes the protagonist of sustainable mobility


IT:
Loredana Bega e Valentina Bruno hanno percorso 1.000 Km dalla Toscana alla Puglia su moto elettriche. Il risultato? Un risparmio del 94% di emissioni di Co2 rispetto a due moto convenzionali. Il nome del viaggio-esperimento è Girls Energica Tour ed è stato sostenuto da Legambiente con Telepass.
Le due moto prendono il nome di “Eva EsseEsse9+” e “Eva Ribelle”, 100% elettriche con prestazioni brillanti ma fino ad oggi mai utilizzate per il mototurismo.
Lo slogan del percorso “2 donne, 2 moto elettriche, 1 viaggio, 4 giorni, 1.000km” è mirato a dimostrare che anche quelle moto non alimentate a benzina possono rappresentare un partner ideale di viaggio. L’avventura è partita con una prima ricarica di energia proveniente da fonti rinnovabili, alle colonnine Enegan da Vinci un’azienda impegnata a fornire anche gas e telecomunicazioni, ed il bilancio consuntivo è stato del 94% delle emissioni di Co2, che sarebbe stato completamente azzerato se le motocicliste avessero trovato colonnine come quelle di Enegan da Vinci lungo il tragitto.
L’obiettivo, come ha affermato Davide Cervellin, Chief Marketing & Data Officer di Telepass, è quello di poter fare mototurismo sostenibile nel 2030.


EN:
Loredana Bega and Valentina Bruno traveled 1,000 km from Tuscany to Puglia on electric motorcycles. The result? A 94% saving in Co2 emissions compared to two conventional motorcycles. The name of the experiment-trip is Girls Energica Tour and was supported by Legambiente with Telepass.
The two motorbikes are called “Eva EsseEsse9 +” and “Eva Ribelle”, 100% electric with brilliant performance but up to now never used for touring.
The slogan of the route “2 women, 2 electric motorcycles, 1 trip, 4 days, 1,000km” is aimed at demonstrating that even those non-petrol powered motorcycles can represent an ideal travel partner. The adventure started with a first recharge of energy from renewable sources, at the Enegan da Vinci columns, a company committed to supplying gas and telecommunications, and the final balance was 94% of the Co2 emissions, which would have been completely cleared if the motorcyclists had found columns like those of Enegan da Vinci along the way.
The goal, as stated by Davide Cervellin, Chief Marketing & Data Officer of Telepass, is to be able to do sustainable motorcycle tourism in 2030.

Source: https://www.economyup.it/mobilita/girls-energica-tour-la-moto-elettrica-diventa-protagonista-della-mobilita-sostenibile/

lunedì 19 luglio 2021

ITALIAN: Come rendere il tuo trasloco eco-friendly - ENGLISH: How to make your move eco-friendly


IT

In Italia il trasloco è responsabile della produzione di 128,5 milioni di tonnellate di Co2. Tuttavia, durante un trasloco si possono attuare delle strategie volte a tutelare l’ambiente, sia per quanto riguarda le operazioni che riguardano il singolo come persone, sia quelle che riguardano le ditte di traslochi.

Come?

1.    Donando quello che non serve più. Ad esempio, utilizzando l’applicazione “REGALO”, sviluppata in Svizzera che funziona come una sorta di crowdfunding online dove gli utenti chiedono beni e oggetti di cui hanno bisogno. Con un funzionamento molto intuitivo.

2.     Rivolgendosi alle associazioni benefiche nelle città che si occupano di raccolta mobili o vestiti usati.

3.     Riutilizzando creativamente le scatole di cartone del trasloco. Riconvertendo il cartone in una cornice portafoto, oppure un albero di Natale minimal o una casetta per i bambini.

E tu? Stai per traslocare e cerchi a chi affidarti? Cosa aspetti? Che tu debba realizzare traslochi nazionali o internazionali, prova il servizio di Spedingo.com!

Noi di Spedingo.com abbiamo a cuore l’ambiente e infatti uno dei nostri punti chiave è la notevole riduzione di emissioni di CO2 prodotte da camion che altrimenti viaggerebbero vuoti.

Scopri di più su www.spedingo.it

Fonte: https://www.green.it/rendere-trasloco-eco-friendly/


EN

In Italy the move is responsible for the production of 128.5 million tons of Co2. However, during a move it is possible to implement strategies aimed at protecting the environment, both as regards the operations that concern the individual as people, and those that concern the removal companies.

To come?

1. By donating what is no longer needed. For example, using the “GIFT” application, developed in Switzerland that works as a sort of online crowdfunding where users need and objects they need. With very intuitive operation.

2. Turning to charities in cities who collect used furniture or clothes.

3. Creatively reusing the cardboard boxes of the move. By converting the cardboard into a photo frame, or a minimal Christmas tree or a playhouse for children.

And you? Are you about to move and are you looking for who to trust? What are you waiting for? Whether you need to carry out national or international removals, try the Spedingo.com service!

We at Spedingo.com have an environmental heart and in fact one of our key points is the significant reduction of CO2 emissions produced by trucks that would otherwise travel empty.

Source: https://www.green.it/rendere-trasloco-eco-friendly/


martedì 15 giugno 2021

ITALIAN: La rivoluzione delle auto green nell'anno della pandemia | ENGLISH: The green car revolution in the year of Pandemic

IT

I cambiamenti epocali che sono avvenuti, quasi per caso, grazie a Carlos Ghons e Elon Musk hanno fatto sì che la motorizzazione elettrica prendesse sempre più piede. All’inizio però, molti non gli diedero credito, etichettandoli come “vanitosi” e “provocatori”.

Col tempo, i progressi furono enormi e anche il mercato iniziò a reagire con interesse tanto che i giganti globali del settore iniziarono a concentrarsi sull’elettrificazione, indirizzandovi la parte più corposa dei loro investimenti.

Tuttavia, il problema risiedeva nell’autonomia di queste macchine, poiché difficilissimo trovare le colonnine apposite per caricarle. Era dunque necessario avere degli incentivi all’acquisto, ingegneri e strateghi del marketing hanno iniziato a spingere nella stessa direzione, proponendo dei listini convenienti per le auto a batteria. Il Covid-19 e il lockdown sono stati il catalizzatore, facendo impennare le vendite delle macchine zero emission. Soprattutto in Italia le auto ricaricabili hanno avuto un enorme successo, partendo da appena lo zero virgola, per arrivare poi al 3,1% e infine al 4,4% di questo settembre.

Per quanto riguarda la vendita delle auto in Europa, si è verificato un crollo del mercato del 39%, nei primi 6 mesi del 2020; inoltre, le auto a carburanti tradizionali hanno registrato un crollo del -45% per la benzina e -46% per il gasolio. Solamente le motorizzazioni alternative possono vantare un incremento del 21%, di cui 40% ricaricabili, 8% a gas e 52% ibride senza spina.

Le vendite hanno subito per maggior parte un calo, tranne nel caso di Tesla che sarà l’unica ad incrementarle, la stima si aggira intorno al 20%-30%.

Adesso il numero uno del gruppo Volkswagen, Herbert Diess, vuole trasformare lo storico stabilimento di Wolfsburg nel più grande centro di produzione di auto elettriche. Con l’intenzione di scalzare la leadership di Tesla e l’idea di creare una piattaforma specifica per vetture a batteria. Un progetto che garantisce grandi vantaggi dal punto del design e dell’abitabilità e pensato per non avere più nulla in comune con i veicoli termici.

Tantissime altre aziende stanno riponendo sempre più energie verso un’ottica sempre più green:

-          Jaguar, Land Lover e Volvo - hanno interamente elettrificato le proprie gamme;

-          Honda - si è ritirata dalla Formula 1 per concentrarsi interamente sulla svolta energetica;

-          Fiat - che col modello Fiat500 diventerà 100% elettrica;

-          Jeep - che ha creato il modello Wrangler, Renegade e Compass con la spina.

Sicuramente più si andrà avanti più saranno le aziende che seguiranno un percorso come quello di Fiat, Jeep, Honda ecc… e ciò avverrà perché la tematica green sta assumendo sempre più importanza in ogni settore e azienda.

E tu che auto preferisci? Ricorda che Spedingo.com trasporta tutte le tue auto! Scopri tutto sul sito www.spedingo.com

Fonte: https://www.ilmessaggero.it/obbligati_a_crescere/mobilita/mobilita_rivoluzione_green_auto_elettrica_energia_pulita-5523011.html


EN

The epochal changes that took place, almost by chance, thanks to Carlos Ghons and Elon Musk, meant that the electric motorization took off more and more. At first, however, many did not give them credit, labeling them as "vain" and "provocative".

Over time, progress was enormous and even so the market started to react with interest the global giants began to focus on electrification, directing the bulk of their investments there.

However, the problem lay in the autonomy of these machines, as it was very difficult to find the appropriate columns to charge them. It was therefore necessary to have purchase incentives, engineers and marketing strategists began to practice in the same direction, proposing affordable price lists for battery-powered cars. Covid-19 and the lockdown were the catalyst, boosting sales of zero-emission cars. Especially in Italy, rechargeable cars have had a huge success, starting from just the zero point, to then reach 3.1% and finally 4.4% this September.

As for car sales in Europe, there was a 39% market collapse in the first 6 months of 2020; moreover, traditional fueled cars recorded a drop of -45% for petrol and -46% for diesel. Only the alternative engines can boast an increase of 21%, of which 40% are rechargeable, 8% gas and 52% hybrid without plug.

Sales have suffered for the most part a decline, except in the case of Tesla which will be the only one to increase them, the estimate is around 20% -30%.

Now Volkswagen Group number one, Herbert Diess, wants to transform the historic Wolfsburg plant into the largest production center for electric cars. With the intention of overthrowing Tesla's leadership and the idea of ​​creating a specific platform for battery-powered cars. A project that guarantees great advantages in terms of design and habitability and designed to no longer have anything in common with thermal vehicles.

Many other companies are putting more and more energy towards an ever greener perspective:

- Jaguar, Land Lover and Volvo - have fully electrified their ranges;

- Honda - withdrew from Formula 1 to focus entirely on the energy breakthrough;

- Fiat - which with the Fiat500 model will become 100% electric;

- Jeep - who created the Wrangler, Renegade and Compass model with the plug.

Surely the more we go forward, the more companies will follow a path such as that of Fiat, Jeep, Honda, etc ... and this will happen because the green issue is becoming increasingly important in every sector and company.

And which car do you prefer? Remember that Spedingo.com carries all your cars! Find out all on the website www.spedingo.com

Source: https://www.ilmessaggero.it/obbligati_a_crescere/mobilita/mobilita_rivoluzione_green_auto_elettrica_energia_pulita-5523011.html

venerdì 2 ottobre 2020

Perché scegliere l’auto elettrica?

 








Dai consumi alle polveri sottili, ecco i 10 buoni motivi per passare all'auto elettrica.

1.      Consumi ridotti: 100 km possono costare da 2,9 a 10,5 euro. Prendendo un’auto a benzina o gasolio i costi variano fra i 24 euro di un’auto di grossa cilindrata a benzina e i 7,75 euro di una piccola a gasolio. 
2.      Nessuna emissione di gas tossici, in particolare di biossido di azoto prodotto dalla combustione di idrocarburi. Le elettriche rappresentano ad oggi la miglior scelta per contenere al massimo le emissioni di gas nocivi in atmosfera.
3.      Nessuna emissione di polveri sottili, o estremamente ridotte rispetto alle auto termiche. Le polveri sottili sono nano particelle solide prodotte o dai residui della combustione di idrocarburi o dalla micro-usura dei metalli. Nelle auto elettriche non c’è alcuna combustione e le parti metalliche in movimento soggette ad usura sono poche decine contro duemila circa di un’auto termica.
4.      Impatto inferiore sul surriscaldamento globale: le auto elettriche non emettono direttamente alcun gas serra e consumano l’energia elettrica immagazzinata nelle batterie che in larga misura viene prodotta da fonti rinnovabili.
5.      Poca manutenzione: l’auto elettrica ha costi di manutenzione più bassi rispetto alle auto a motore endotermico. L’usura meccanica è minima, il motore non necessita di regolazioni, non si surriscalda e quindi non utilizza liquidi di raffreddamento o lubrificazione e filtri.
6.      Nessun bollo: nella maggior parte delle regioni italiane l’auto elettrica è esente dal pagamento del bollo di circolazione per i primi 5 anni.
7.      Sconto sull’assicurazione: numerose compagnie assicurative prevedono tariffe agevolate per le auto elettriche. Gli sconti oscillano fra il 30 e il 40% sul costo della polizza.
8.      Comfort: il motore elettrico non vibra e non è rumoroso, rendendo l’auto silenziosa.
9.      Agevolazioni alla circolazione: molti comuni consentono alle auto elettriche di circolare all’interno delle zone a traffico limitato e di parcheggiare gratuitamente. Inoltre, le auto elettriche non sono soggette ai blocchi di traffico per sforamento dei parametri di inquinamento.
10.  Guida piacevole: le auto elettriche offrono un’esperienza di guida agile, semplice e leggera, che permette a chiunque di viaggiare in comodità rispettando l’ambiente circostante.
 

Devi trasportare un’auto? Anche i trasporti con Spedingo.com sono low-cost, semplici e ecosostenibili! Richiedi ora un preventivo su www.spedingo.com

Fonte: https://www.vaielettrico.it/cambiare-auto-perche-dovrei-scegliere-lelettrico/

https://www.wired.it/gadget/motori/2018/10/06/10-motivi-auto-elettrica/?refresh_ce= 


venerdì 7 agosto 2020

Estate, tempo di traslochi!


Il lockdown dei mesi scorsi ci ha costretti a rimandare molti programmi, così anche traslochi e trasferimenti hanno subito inevitabili rinvii. Dopo il lungo fermo dato dall’emergenza covid-19, è arrivata la voglia di ripartire con nuovi progetti e, perché no, con una nuova casa! Ma qui sorge un dubbio: meglio aspettare l’autunno o affrontare un trasloco in piena estate, tra l’afa cittadina e la voglia di partire per le vacanze?

Un trasloco in agosto potrebbe non sembrare molto allettante, ma può avere una serie di vantaggi. Ci sono, infatti, diverse motivazioni per preferire il trasloco durante i mesi più estivi:

Il clima

Al contrario di quanto si possa pensare, il clima può essere un punto a favore. Le giornate più lunghe e luminose permettono di lavorare fino a sera inoltrata, il meteo è più stabile e il rischio di un trasloco sotto la pioggia è limitato.

Meno persone in città

In agosto la città è meno affollata, così da poter effettuare le operazioni di carico, scarico e trasporto più facilmente, semplificando le operazioni e riducendo i tempi.

Le ferie estive

In estate è più semplice prendersi diversi giorni di ferie e spesso le aziende programmano chiusure aziendali. Si può approfittare delle vacanze per fare il trasloco senza dover chiedere ulteriori permessi straordinari.

Devi traslocare in estate? Hai bisogno di effettuare un trasloco nel mese di agosto e non ti sei ancora organizzato? Su www.spedingo.com trovi la soluzione più adatta per il tuo trasloco e risparmi! Confronta le offerte di diversi trasportatori e scegli il preventivo che ti soddisfa di più.


venerdì 17 luglio 2020

Emissioni CO2: il lockdown fa bene all’ambiente, ma non basta



Il risvolto positivo del lockdown dovuto al Covid-19? La riduzione, seppur temporanea, dei gas effetto serra.
Durante le settimane di chiusura causate dell'emergenza coronavirus si è verificato un importante calo delle emissioni di CO2. Ad attestarlo è una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica “Nature Climate Change”, realizzata in collaborazione tra l’Università dell'East Anglia, il CICERO Center for International Climate Research e l’Università di Stanford.
Secondo quest’analisi, le emissioni giornaliere nel mondo sono diminuite fino al 17% (ovvero 17 milioni di tonnellate di anidride carbonica), riportando il pianeta ai livelli del 2006. In Italia il calo massimo delle emissioni ha raggiunto quasi il 28%.
La riduzione dei trasporti terrestri ha rappresentato circa la metà del calo totale delle emissioni, mentre la restante parte ha riguardato il rallentamento del settore dell’energia, dell'industria e dell'aviazione.
Anche se lo studio conferma l’effetto positivo del lockdown sui livelli di inquinamento di quest’anno, con il più forte calo registrato dalla Seconda Guerra Mondiale, queste diminuzioni saranno probabilmente temporanee, perché non riflettono cambiamenti strutturali nei sistemi economici, di trasporto o energetici.
La sfida fondamentale per i prossimi anni è riuscire ad impattare meno, anche quando si tornerà a regime produttivo pre-Covid. Questo significa, soprattutto, una mobilità più sostenibile ed una forte spinta verso il rinnovabile. Ecco perché è importante concentrarsi sull’efficientamento dei trasporti e della mobilità, settore che ha rappresentato circa la metà della diminuzione delle emissioni durante il confinamento. Esistono opportunità per realizzare cambiamenti reali e duraturi. Spedingo.com, fa la sua parte, riducendo il traffico, l'inquinamento e le emissioni di CO2. Riempiendo gli spazi inutilizzati dei tir, infatti, Spedingo.com contribuisce a ridurre le emissioni di ‎anidride carbonica e ad ottimizzare il sistema dei trasporti e della logistica.
I trasporti con Spedingo.com sono low-cost, semplici e ecosostenibili! Richiedi ora un preventivo su www.spedingo.com

Fonte: La Stampa

martedì 24 maggio 2016

Dove leggere il feedback dei trasportatori

Diamo più feedback ai trasportatori.

Da quando Spedingo è stato messo online la prima preoccupazione è stata quella di verificare la qualità dei corrieri registrati, in modo da costruire una piattaforma sicura per tutti i trasporti.

In effetti quando traslochi casa tutti i tuoi oggetti sono affidati ad un estraneo e per essere un minimo sereni, una recensione ci sembrava utile.

Chi sono i nostri Trasportatori?

L’iscrizione a Spedingo in qualità di trasportatori è riservata ad aziende professionali attive nel campo dell’autotrasporto conto terzi, dei traslochi e delle spedizioni, alle quali viene richiesto di fornirci idonea documentazione comprovante la propria regolarità come, per le aziende italiane, l’iscrizione all’Albo nazionale autotrasportatori. Successivamente alla ricezione e alla verifica di tale documentazione provvediamo a contrassegnare sul sito tali aziende come “Aziende Verificate”.

Un'azienda è considerata Verificata quindi quando abbiamo accertato:
-  l'indirizzo email
-  p.iva e codice fiscale
-  Certificato iscrizione albo trasportatori

Come vengono rilasciati i feedback?

Ogni cliente che ha effettuato un trasporto con Spedingo è ammesso a scrivere un feedback.
Basta loggarsi al sito e nell'area personale si trova la sezione “recensioni” da cui è possibile scrivere il commento.
Proprio per questo motivo i commenti sono tutti veri, perchè non possono essere inseriti da nessuno se non dal cliente che ha ricevuto il servizio.

Dove viene pubblicata la recensione?

Ogni commento viene pubblicato nella pagina del profilo del trasportatore.
Per trovarla, basta cliccare sul nome del trasportatore in ogni pagina dove compare. Si è subito ricondotti alla scheda da cui è possibile leggere tutti i feedback.

In caso tu conosca già il nome del trasportatore allora basta scrivere questo indirizzo:
http://www.spedingo.com/it/user/scheda/
e alla fine aggiungere il suo nome.

Es:
Trasportatore: Gianni
http://www.spedingo.com/it/user/scheda/gianni

Cosa indica il numero tra parentesi affianco al nome del trasportatore.

Affianco al nome del trasportatore compare sempre un numero tra parentesi come ad esempio:
Gianni(324).
Il numero indica la quantità di trasporti eseguiti dal corriere. Quindi questo numero cresce continuamente a seconda dell'operatività del corriere.
Un numero alto indica sicuramente una presenza costante su Spedingo ed in un certo modo è sintomo anche della sua serietà.

Cosa signifia trovare un Feedback Negativo?

Come già segnalato più volte trovare un trasportatore con un feedback negativo non vuol dire che il servizio non sia professionale. Dovrebbe destare molto più sospetto un trasportatore con solo Feedback positivi, perchè è normale nel corso dell'attività che incorra qualche imprevisto e quindi che il corriere non possa rispettare al 100% i termini degli accordi.
Per una corretta interpretazione dei feedback bisogna osservare la quantità e anche a cosa viene imputato un giudizio non positivo.